26 Aprile 2022 – Il Sapore dei Ricordi

Diario Aperto - Paolo Cuciniello - Storie e Riflessioni


C’è mai stato qualche sapore provato di recente che ti ha portato qualche ricordo a galla? Che ti ha portato indietro nel tempo? A me è successo proprio adesso mentre mangiavo l’ultimo cioccolatino fondente che ho trovato in casa. Ero indeciso se mangiarlo o meno perché ultimamente il dolce mi fa bruciare lo stomaco ma dato che oggi digiunerò ho pensato che una piccola carica di zuccheri potesse farmi bene. Ne ho morso prima un po’, lasciando che il masticare piano facesse quasi scogliere da sé quel pezzettino. Poi ho dato un secondo morso, seguito da un sorso di caffè questa volta. Ed ecco… ed ecco che quella combinazione di sapori ha dato vita alla magia. 

Mi son ritrovato al bistrot di uno dei “quadrilateri della moda” che c’è in Campania. Ero con mio padre, al bancone, in piedi. Era la prima volta che mi trovavo lì con lui. Era la prima volta che mi trovavo lì in generale, a dir la verità. Avrò avuto quindici, massimo sedici anni e ricordo che era domenica. Una di quelle domeniche in cui mio padre avrebbe dovuto riposarsi e che invece usò per insegnarmi la vita ancora una volta. Quella settimana infatti iniziò… quella settimana infatti iniziò qualcosa che stavo per scrivere ma che per rispetto delle persone coinvolte ho cancellato da questa pagina. Questo diario un giorno sarà un libro ed è ancora presto per dire certe cose. Però so che mio padre lo leggerà, e ricorderà. Ricorderà di quella domenica in cui al bancone di un bistrot, in piedi, abbiamo bevuto un caffè con un cioccolatino fondente a forma di cucchiaino. Facemmo shopping insieme per la prima volta in quel giorno in cui mi disse che tutto quello che volevo, dalla vita, potevo averlo. E che avrei vinto. Ogni cosa avessi deciso di fare, avrei vinto. Non sono uscito da determinate realtà in quello stesso giorno ma quelle parole sono state ciò che poi mi hanno tirato fuori da quella vita… quando sono diventato pronto. E ancora ho quella felpa Jordan larga tre volte più di me, rossa e nera. È una delle cose più preziose che ho e mi piange il cuore a vedermi adesso invece addosso questi vestiti di Gucci che non valgono niente. 

Ti è mai capitato? 

Di provare qualche sapore di recente che ti ha portato qualche ricordo a galla, che ti ha portato indietro nel tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...