13 Gennaio 2022 – La parola è d’argento, il silenzio è d’oro

Diario Aperto - Paolo Cuciniello - Storie e Riflessioni

Mi hanno chiesto come faccio a relazionarmi con la gente nel modo in cui faccio. Come rompo il ghiaccio. Come evito le situazioni imbarazzanti, come so sempre cosa dire al momento giusto. 

La verità è che non so sempre cosa dire al momento giusto e non evito le situazioni imbarazzanti. La verità è che non rompo affatto il ghiaccio. La verità è che, ricordandoti sempre di rispettare chi hai difronte, se sei vero e senza “puzza sotto al naso”, genuino, la gente lo sente e non può che non avere un buon ricordo di te. 

Mi trovo ogni giorno ad interagire con persone provenienti da mondi diversi. Mi ritrovo al mattino a fare colazione con sportivi maratoneti la cui vita gira intorno alla salute; non mi permetterei mai di fumare davanti a loro e non mi permetterei mai di ridere quando mi spiegano perché una spiga e un uovo al giorno fanno bene. Ascolto. Mi ritrovo a pranzare con businessman in Maybach, bevendo vino da quattrocento dollari a bottiglia che sanno cosavuol dire lavorare e fare sacrifici; non mi permetterei mai di contraddirli davanti a tutti a tavola se dicono una “fesseria”, o di dimenticarmi di mantenergli la porta aperta se so che sono dietro di me, uscendo dal ristorante. L’ego lo lascio a casa. Ascolto. Mi ritrovo a fare pausa tea al pomeriggio con donne che per vivere fanno le escort; non mi permetterei mai di fare la morale a loro o di giudicarle. Chi cazzo sono io per parlare del loro mondo e delle difficoltà che hanno in questo? Ascolto. Mi ritrovo a cena con diplomatici e consolati che mi parlano e parlano di problemi astratti e di castelli per aria; non mi permetterei mai di mandarli a fanculo e dirgli che “non sanno la gente mia che vede ogni giorno!” Alla fine sono solo impiegati anche loro. Ascolto. Mi ritrovo la sera con figli di papà in Bentley al club, a bere cose per un totale di trentamila euro e a parlare di nulla; non mi permetterei mai di sputare dove camminano o di chiedergli se il giorno dopo lavorano, perché… chi se potesse farlo non darebbe tutto ciò che può ai propri figli? Ascolto. Mi ritrovo la notte a riprendermi dalla sbornia bevendo acqua con le bollicine e a fumare, insieme a un mio amico anziano che è stato in galera per stupro da giovane e che ora raccoglie cartoni dalla spazzatura per rivenderli. Lo aiuto a collezionarli e stiamo insieme al chiaro di luna quando tutti gli altri dormono. Non mi permetterei mai di dirgli qualsiasi cosa. Che ne posso mai sapere, io? Ascolto. 


Ok. Richiedimelo ancora. 

“Come fai a relazionarti con la gente nel modo in cui fai? Come rompi il ghiaccio? Come eviti le situazioni imbarazzanti e come fai sempre a sapere cosa dire al momento giusto?”

“Ascolto.”

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...